Pianifica la vacanza

Ultimi posti liberi – Last Minute

Si assicuri adesso gli ultimi posti liberi online -
veloce & comodo! Con la garanzia del miglior prezzo.

Caricare Un attimo per favore ...
alle ultime camere rimaste

 Offerte  Buono regalo

Se ha domande ci puó contattare
al numero 0039 0474 710386 oppure
inviare una mail a info@berghotel.com.
Siamo a Sua completa disposizione!

 

3. Via Ferrata Monte Cavallino (2.689 m)

Difficoltà D (impegnativo) 4
Valutazione complessiva: 3

 

Dislivello salita: 940 m
Tempo per la ferrata: 2 ore
Tempo complessivo: 5-6 ore
Assicurarsi: molto bene
Tempo d’accesso: 1 ora
Discesa: 1,5 ore
Orientamento: Nord est

Download tour in formato pdf

Accesso stradale e punto di partenza

Fino a San Candido, poi sulla destra in direzione Austria. Dopo Sillian arriva il paese Tassenbach, dove si va sulla destra verso Kartitsch. Si passa per il paese e si va fino alla Frazione Erschbaum. Da lì si prosegue sulla destra fino alla segheria, dove inizia la strada sterrata per la Valle Erschbaumertal - l’accesso al piccolo parcheggio alla fine della strada viene attualmente tollerato e ci vuole una macchina fuoristrada. È possibile lasciare la macchina vicino la segheria, in quel caso ci vuole ca. 1,5 ore in più.

Caratteristiche e dettagli tecnici

La ferrata Monte Cavallino è una ferrata alpina e molto impegnativa. Soprattutto la parte in basso ha dei punti difficili, la maggior parte sono lastri ripidi che sono attrezzati solo con pochi ganci/gradini. Non si dovrebbe sottovalutare questa ferrata - lunghezza 650m! Riassumendo una bella ferrata, anche paesaggistico, dalla quale si può fermarsi anche presso il Rifugio caratteristico Filmoor-Standschützenhütte, facendo la discesa per la sella Hintersattel.

Accesso alla ferrata

Dal parcheggio nella Valle Erschbaumertal si prosegue il sentiero in direzione Rifugio Filmoor-Standschützen Hütte. Dopo la piccola baita Tscharrhütte si arriva in una valletta piatta. In mezzo a questa valletta si trova una roccia. Direttamente davanti a tale roccia si lascia il sentiero e si sale verso destra della roccia, seguendo sempre la marcatura (punti rossi) finché si arriva all’attacco.

Informazioni sul percorso

Già dal inizio il sentiero porta ripidamente in su e si prosegue per lastri lisci e un muro ripido fino al Kartitscherköpfl (2.290m.). Da lì di nuovo per lastri lisci fino alla Silberplatte. Si va avanti per il canalone rosso (roccia rossa) e poi, mantenersi sempre sulla destra della cresta, si prosegue per un terreno più agevole. Infine passando per pietrisco si arriva in ca. 25min. alla croce della vetta. Le difficoltà si trovano nella prima parte della ferrata.

Discesa

Dall’uscita si segue la marcatura (punti) finché si arriva sul sentiero per escursioni che si segue fino su in cima. Arrivati in cima, si scende poco e si va sulla sinistra passando una rampa finché si arriva al piede della parete. Si va avanti sulla sinistra fino alla sella Hintersattel (da lì è possibile fare una puntatina al Rifugio Filmoor-Standschützen Hütte) e sempre sulla sinistra, passando per un'altra sella, si arriva di nuovo nella Valle Tscharrtal, dove si raggiunge il sentiero della salita.

Variante per la “sandige Runscht”: Dalla cima si prosegue il sentiero verso ovest in direzione Kleiner Kinigat, dopo un passaggio attrezzato con un cavo d’acciaio si arriva su una sella verde con segnavia e residui della Guerra Mondiale. Da lì verso nord per la Runschten e all’ingiù fino al sentiero di salita (non marcato, tracce ben visibile, deiezione ripida). Facendo questa variante si risparmia ca. 30-45 minuti, però paesistico non è molto impressionante.

Attrezzatura

Serve l’attrezzatura completa per vie ferrate. Scarpe adatte per stare su lastri piatti (eventualmente pedula). Per chi non è forte, serve un cavo di sicurezza.

Avviso

La ferrata è ben attrezzata con un cavo d’acciaio e pochi ganci/gradini. In caso di umidità evitare questa ferrata. Le persone che non hanno una buona tecnica di piedi avranno sicuramente delle difficoltà.
Soprattutto nella prima parte fare attenzione alla caduta dei sassi.

Attenzione: non esiste un’uscita di emergenza!


Dati di accesso
OK